COMUNE DI BARBARANO ROMANO

PROVINCIA DI VITERBO

IMPOSTA MUNICIPALE PROPRIA ANNO 2016

 IL FUNZIONARIO RESPONSABILE

Vista la legge di stabilità 2016, n. 208 del 28/12/2015;

Visto l’art. 13 del D.L. 06.12.2011, n. 201, convertito in L. 22.12.2011, n. 214 e successive modificazioni ed integrazioni;

Visto il D.Lgs. 14.03.2011, n. 23;

Visto l’art. 1, commi 161-170, della L. 27.12.2006, n. 296;

Visto l’art. 4 del D.L. 02.03.2012, n. 16, convertito con modificazioni in L. 26.04.2012, n. 44;

 INFORMA

che entro il 16 GIUGNO 2016  deve essere effettuato il versamento della prima rata dell’imposta municipale propria (I.M.U.) dovuta per l’anno d’imposta 2016.

Soggetti passivi: Sono tenuti al pagamento dell’imposta tutti i possessori di immobili siti sul territorio comunale. Sono soggetti passivi il proprietario o il soggetto titolare del diritto di usufrutto, uso, abitazione, enfiteusi o superficie sull’immobile.

Immobili soggetti all’imposta: il tributo è dovuto su tutti gli immobili posseduti, terreni agricoli ed i fabbricati rurali ad uso strumentale, nonché gli altri immobili esenti dall’imposta ai sensi dell’art. 9, c. 8, D.Lgs 23/2011.

Base imponibile:

-          Fabbricati iscritti in catasto: rendita catastale, vigente al 1° gennaio dell’anno d’imposizione, rivalutata del 5%, con applicati i seguenti moltiplicatori, diversi a seconda della categoria catastale del fabbricato:

Cat. A (no A/10)

160

Cat. A/10

80

Cat. B

140

Cat. C/1

55

Cat. C/2-C/6-C/7

160

Cat. C/3-C/4-C/5

140

Cat. D (no D/5)

65

Cat. D/5

80

Valore imponibile = rendita catastale x 1,05 x moltiplicatore

-          Fabbricati di categoria D non iscritti in catasto, interamente appartenenti ad imprese, distintamente contabilizzati: valore contabile, calcolato secondo le modalità dettate dall’art. 5, comma 3, del D.Lgs 504/92;

-          Aree fabbricabili: valore venale in comune commercio al 1° gennaio dell’anno di imposizione (art. 5, c. 5, D.Lgs 504/92). In proposito il Comune ha stabilito appositi valori di riferimento;

Aliquote: Si riportano le aliquote del tributo stabilite dall’art. 13 del D.L. 201/2011:

Fattispecie

Aliquota

Abitazione principale e pertinenze A1-A8-A9

0,40%

Tutti gli altri immobili

0,96%

Immobili ad uso produttivo classificate nel gruppo catastale D (esclusi D/5 e D/10) – STATO

0,76%

Immobili ad uso produttivo classificate nel gruppo catastale D (esclusi D/5 e D/10) – COMUNE

0,20%

Ai fini del tributo è abitazione principale il fabbricato iscritto o iscrivibile in catasto come unica unità immobiliare in cui il possessore ed il suo nucleo familiare dimorano abitualmente e risiedono anagraficamente. Sono pertinenze le unità immobiliari esclusivamente classificate nelle categorie catastali C/2-C/6-C/7, nel limite massimo di una unità pertinenziale per ciascuna delle categorie indicate, anche se iscritte in catasto unitamente all’unità ad uso abitativo.

Nel caso in cui i componenti del nucleo familiare abbiano stabilito la dimora abituale e la residenza anagrafica in immobile diversi situati nel territorio comunale, le agevolazioni per l’abitazione principale e per le relative pertinenze in relazione al nucleo familiare si applicano per un solo immobile.

Calcolo dell’imposta: il calcolo dell’imposta deve effettuarsi applicando alla base imponibile come sopra determinata l’aliquota e l’eventuale detrazione L’imposta è dovuta in proporzione alla quota di possesso ed ai mesi dell’anno nei quali si è protratto il possesso, considerando per intero il mese in cui il possesso si è protratto per almeno 15 giorni.

L’importo della prima rata, scadente il 16/06/2016, è pari:

- abitazione principale e relative pertinenze, (A1-A8–A9)  al 50% dell’imposta calcolata applicando l’aliquota sopra indicata e la detrazione stabilita;

- per tutti gli altri immobili, al 50% dell’imposta calcolata applicando l’aliquota sopra indicata;

Pagamento: il versamento dell’imposta deve eseguirsi esclusivamente a mezzo modello F24, utilizzando i codici tributo sotto indicati. Il codice comune da indicare è A628. L’importo da versare deve essere arrotondato all’euro inferiore o superiore. Non è dovuto il versamento se l’imposta dovuta per l’intero anno è inferiore a € 12,00.

Tipologia immobili

Codice IMU

 Comune

Codice IMU

Stato

Abitazione principale e pertinenze (A1-A8–A9)

3912

=====

Aree fabbricabili

3916

=====

Altri fabbricati

3918

=====

Immobili uso produttivo gruppo D

3930

3925

Dichiarazione: I contribuenti sono tenuti a presentare la dichiarazione entro 90 giorni dalla data in cui ha avuto inizio il possesso degli immobili o sono intervenute variazioni rilevanti ai fini della determinazione dell’imposta, utilizzando il modello approvato con apposito decreto ministeriale. Per gli immobili per i quali l’obbligo dichiarativo è sorto dal 1° gennaio 2016, la dichiarazione deve essere presentata entro il 30/09/2016.

LA TASI SULL’ABITAZIONE PRINCIPALE (ESCLUSE A/1 – A/8 – A/9) E RELATIVE PERTINENZE E’ STATA ELIMINATA

 

Per maggiori informazioni:

Comune di BARBARANO ROMANO  -  Ufficio Tributi  -  Piazza G. Marconi, 21 -  Tel.  0761/414601

E-mail:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

PEC:  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Sito internet:   www.comunebarbaranoromano.it       

Dalla Residenza Municipale lì, 23 maggio 2016

                                                                                                         Il Responsabile del Servizio Finanziario

                                                                                                                 Rag. Berretta Mariavittoria